Mese: febbraio 2016

Il successo dei forni pizza elettrici nel settore della ristorazione

I forni pizzeria elettrici hanno ormai preso piede in maniera importante nel settore della ristorazione, a scapito dei forni pizza a gas. I motivi del successo sono facilmente intuibili: i forni pizza elettrici consentono di ottenere risultati di qualità (con una pizza paragonabile a quella cotta nel forno a legna), risparmiando sui costi di acquisto, di gestione e di manutenzione. Inoltre l’installazione di questa tipologia di forni professionali è semplice e immediata, anche all’interno di locali già strutturati: tutto ciò che è richiesto è un piccolo spazio (o un apposito carrello) in cui deve essere posizionato il forno, una presa di corrente ed una canna fumaria. Ma elettrici possono essere sia i forni per panifici che per pizzeria

Per quanto riguarda le caratteristiche strutturali dei forni pizza, solitamente tutti i modelli sono realizzati in acciaio inox e sono rivestiti da materiale isolante in modo che si limiti al massimo la dispersione di calore all’esterno. forni elettrici per pizzaIl numero delle camere di cottura varia da modello a modello ed è possibile cuocere fino a un massimo di dodici pizze contemporaneamente; la base è in pietra refrattaria, mentre solo i modelli più avanzati dispongono anche di pareti in pietra refrattaria. Infine lo sportello può essere chiuso oppure in vetro, per seguire la cottura della pizza, e i comandi del forno pizza elettrico possono essere analogici o digitali.

Qualunque sia il modello scelto, il consiglio è di dedicare il tempo e le risorse adeguate per capire qual è il forno per panificio o per pizzeria più adatto alle proprie esigenze, in quanto si tratta di una di quelle attrezzature per la ristorazione cruciali per il successo dell’attività.

Le celle frigorifere e il problema della conservazione degli alimenti deperibili

Tutte le attività di ristorazione che trattano alimenti deperibili devono dotarsi delle macchine alimentari specifiche per conservare i prodotti finiti, ma soprattutto le materie prime necessarie alle loro preparazione. Gli armadi frigo, le vetrine refrigerate e i banchi frigo per salumerie e supermercati sono solo degli esempi delle numerose attrezzature per la ristorazione di questo tipo.
Probabilmente le celle frigorifere sono tra le più diffuse, perchè consentono di mantenere per tempi relativamente lunghi e in maniera ottimale, una grande varietà di prodotti alimentari.
Per non alterare la qualità degli alimenti è importante che vengano utilizzate celle frigo di buona qualità e che permettano di intervenire su alcuni parametri di raffreddamento, visto che ogni tipo di prodotto richiede un trattamento particolare per quanto riguarda la temperatura, l’umidità ecc. cella_frigoriferaLe caratteristiche principali che comunque non possono mancare in ogni cella frigorifera riguardano la capacità dell’attrezzatura professionale di evitare lo sviluppo di parassiti, funghi e muffe e di evitare l’assorbimento di odori.
Alcune norme comportamentali nella gestione delle celle frigorifere devono essere rispettate per raggiungere i risultati voluti:

–    Innanzitutto bisogna rispettare i livelli di temperatura richiesti da ogni tipo di alimento, in questo modo la conservazione avverrà in maniera consona senza danneggiare i prodotti.

–    Gli alimenti da refrigerare vanno divisi per categorie e conservati in celle frigo differenti in modo che la temperatura possa essere adeguata a seconda del tipo di alimento e che quindi non si creino questioni di incompatibilità.

–    Lo stato delle scorte alimentari deve essere verificato a intervalli regolari.

–    Stoccare i prodotti in modo da creare delle pile perpendicolari che possano rendere possibile la circolazione dell’aria.

–    I prodotti da surgelare vanno imballati con cura in modo da evitare il contatto con la polvere, l’ossidazione e la perdita di massa.

–    Le porte della cella frigorifera vanno tenute sempre chiuse, limitando le aperture solo per il tempo strettamente necessario, in modo da non provocare sbalzi di temperatura.